Weekend di Pasqua: che cosa si può e non si può fare da oggi a lunedì

Il 3-4-5 aprile tutta l’Italia entra in zona rossa. Ecco le deroghe e misure da seguire.

 

Visite a parenti e amici

Sono consentite all’interno della propria regione una volta al giorno, al massimo due adulti e minori di 14 anni, dalle 5 alle 22

 

 

 

 

 

Le visite ai parenti soli

Se bisogna andare a trovare un parente solo che non è autosufficiente, nelle Faq (risposte a domande frequenti) del governo èspecificato che si può anche uscire dalla Regione.

 

 

 

Le gite

Il decreto in vigore vieta di uscire dalla propria abitazione se non per motivi di lavoro, salute, urgenza e dunque non è possibile organizzare una gita.

 

 

 

L’auto

Quando ci si muove in auto con non conviventi passeggeri devono stare sul sedile posteriore con la mascherina.

 

 

 

 

Picnic vietati

Non è consentito organizzare un pranzo all’aperto, sia pur distanziati.

 

 

 

 

 

Passeggiate

L’attività motoria è consentita nei pressi della propria abitazione oppure per recarsi nei negozi . È obbligatoria la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e indossare dispositivi di protezione individuale. Sono sempre vietati gli assembramenti.

 

 

Lo sport

È consentito svolgere l’attività sportiva «esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri.

È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, «purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza».

Gli spostamenti

L’Italia è in fascia rossa dunque è vietato uscire dalla propria abitazione se non per motivi di lavoro, salute e urgenza. «Sull’intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome».

 

 

Le seconde case

Potrà andare nella seconda casa soltanto il nucleo convivente e soltanto se la casa è disabitata. Non si può andare nella seconda casa con amici e parenti. Può andare nella seconda casa soltanto chi dimostra di averne avuto titolo (quindi ne è proprietario o affittuario da una data antecedente al 14 gennaio 2021). In Toscana, Valle d’Aosta, Alto Adige e Piemonte non possono entrare i non residenti nella regione. In Liguria anche i residenti non possono andare nelle seconde case e in barca. In Campania i residenti non possono spostarsi. In Sicilia e Sardegna si entra soltanto con il tampone negativo.

 

I viaggi

Si può raggiungere l’aeroporto anche fuori regione per viaggi turistici , ma chi va all’estero al ritorno dovrà stare in isolamento per cinque giorni e potrà uscire soltanto dopo aver fatto un tampone con esito negativo.

 

 

Supermercati e discount

Aperti negozi autorizzati e supermercati nella giornata di sabato 3 Aprile.

A Pasqua e Pasquetta chiusi tutti i negozi di alimentari e i supermercati Coop e Conad, mentre  MD discount resta chiuso a Pasqua e aperto a Pasquetta dalle 9 alle 13.

 

 

Le ordinanze locali

Oltre alle regole valide su tutto il territorio nazionale, ci sono poi le ordinanze locali a stabilire cosa si può, ma soprattutto cosa non si può fare nei giorni delle festività pasquali: in alcuni casi sono ancora più severe e restrittive delle indicazioni stabilite per tutta l’Italia.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest