Il GOB (Gruppo Ocarinistico Budriese) accompagna i burattini verdiani

Sarà  accompagnato dal settimino del Gruppo Ocarinistico Budriese [GOB) lo spettacolo di burattini dedicato alla vita di Giuseppe Verdi che va in scena nel Cortile di Palazzo d’Accursio giovedì 26 agosto alle 20.30.
Si tratta di un adattamento dello spettacolo realizzato nel 2001 per il centenario della morte di Verdi  da Riccardo Pazzaglia, che insieme a Vittorio Zanella è rimasto uno dei pochi burattinai professionisti di Bologna. Pazzaglia rappresenta l’intero arco biografico del compositore con 35 burattini che interpretano i personaggi verdiani.
Al Gruppo Ocarinistico Budriese spetta l’esecuzione della colonna sonora con le principali arie verdiane, dai primi successi con “Nabucco” al canto del cigno con “Falstaff”, nelle originali trascrizioni ottocentesche e il “Don Carlo”, unica opera verdiana a esser stata proposta in prima italiana al Comunale di Bologna.
Per il nostro gruppo ocarinistico sarà anche un modo per rievocare l’Orbino della Mezzolara, un suonatore cieco di strada che eseguiva tutti i giorni musiche di Giuseppe Verdi. Quando il compositore muore a Milano il 27 gennaio 1901, a Bologna, che lo aveva accolto come cittadino onorario, le strade si riempiono delle sue musiche della sua ocarina. L’Orbino suonerà per tutto il giorno rifiutando le elemosine in segno di rispetto per il grande compositore.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest