Lunga fila al freddo all’ufficio postale

A mezzogiorno, una lunga fila di persone al freddo presso l’ufficio postale di via D’Ormea. All’interno, agli sportelli c’è un solo operatore disponibile al pubblico, perché il secondo incaricato è intento a preparare la corrispondenza per il camion che passa a ritirarla alle 12.30. Le persone attendono in fila al freddo fino a 30 minuti per ritirare una raccomandata o un pacco perché, all’interno, davanti agli sportelli si può sostare al massimo in quattro persone.

Una cittadina si affaccia all’interno e chiede a un operatore: “per caso è sciopero?”, ma l’operatore risponde che “no, non c’è nessuno sciopero”, e che il problema di sovraffollamento è limitato al lunedì. Alcuni abitué in fila smentiscono e commentano che, “altro che lunedì, è così ogni giorno!”

Esiste anche la possibilità di prenotare un appuntamento tramite app specifica evitando la fila, ma sono pochi gli anziani che hanno familiarità con la tecnologia e per la verità in fila ci sono anche diverse persone giovani.

Tra queste una mamma, che dopo mezz’ora di attesa rinuncia alla fila perché ormai si è fatto tardi e deve andare a ritirare la bambina a scuola.

Un anziano si chiede come sarà organizzato il servizio quando le temperature scenderanno ancora di più…

All’esterno un cartello con la scritta: “ci scusiamo per il disagio dovuto all’emergenza sanitaria attualmente in corso!”

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest