Budrio, accoltellato alla gola durante una lite

Un uomo di 33 anni, cittadino moldavo, è stato arrestato dalla Mobile di Bologna, con l’accusa di tentato omicidio. I fatti risalgono al 20 novembre scorso, ma la vicenda è emersa solo nelle ultime ore. Vittima del gesto è stato un 45enne, connazionale del 33enne: per lui, ferito gravemente dopo un fendente alla gola, è stato necessario il ricovero d’urgenza e un’operazione chirurgica.
Secondo quanto ricostruito sino a ora dalla Squadra mobile di Bologna il tutto si sarebbe consumato dopo un pranzo risalente appunto a lunedì 20 novembre 2021, in una casa di Budrio.
I commensali, molto probabilmente in stato di ebbrezza alcoolica, hanno cominciato a discutere e, per motivi futili, uno dei tre presenti ha preso un coltello da cucina e ha accoltellato l’altro con un fendente alla gola.
Mentre il 33enne dopo il gesto si è allontanato a piedi, per la vittima e un compare è partita la corsa in ospedale.
Corsa interrotta con una chiamata all’ambulanza del 118 quando l’auto con a brodo vittima e amico si è fermata in Tangenziale, dal momento che l’uomo stava aggravandosi a vista d’occhio.
Di qui la corsa in ospedale e l’emersione parziale della vicenda.
Il 33enne, dopo accurate indagini, è stato intercettato una decina di giorni dopo dalla Mobile, mentre con un bagaglio si stava dirigendo in stazione a Bologna, capelli tagliati e documento alterato al seguito.
Il fermo è stato condotto sulla base del pericolo reale e imminente di fuga del soggetto. Il fermo è stato poi convalidato dal Gip. La vittima, che durante le ore successive si è trovato in pericolo di vita, dpo una operazione chirurgica è in via di miglioramento, ma ne avrà per molto tempo.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest